English   Español   Français


If you wish to receive regularly the news from the Jesuit Curia, send an email with the subject "Subscribe"


Newslink


  • Versione Italiana
  • Archive of newsletters before March 2009
  • Headlines from the Social Apostolate


  • Jesuit news online


  • Jesuits in Africa
  • Jesuits in Canada and USA
  • Noticias de la CPAL-SJ
  • Jesuits in Europe
  • Jesuits in Asia Pacific
  • Jesuits in South Asia


    Mirada Global online review

    politics, economy, culture and religion from a Latin American perspective. More »


    Dispatches from JRS

    a twice monthly news bulletin from the JRS International Office |More»


    In All Things

    the editorial blog from America magazine | More »


    Thinking Faith

    the online journal of the British province | More »


    Eureka Street

    public affairs, international relations, the arts and theology; from Australia | More »


    Ecology amd Jesuits in Communication

    Seeks to sustain a greater awareness of Jesuit people in ecology and advocacy efforts
    | More »


  • PDF

    Cp70-8 14 luglio 2012

    Da Nairobi

    Comunicato n. 08

     

     Al centro della giornata c'è stata la riflessione sulla nostra vita di comunità. Due Procuratori hanno introdotto il tema.

     

    Il Padre Andreu Oliva de la Esperanza, di El Salvador (Provincia del Centro America) ha parlato sulla comunità come missione indicando  gli aspetti positivi e negativi della nostra vita in comune oggi alla luce della Congregazione Generale 35ma. In modo particolare ha messo in risalto gli elementi che costituiscono la comunità come missione, richiamando quanto ha affermato la stessa Congregazione Generale: "La comunità è il luogo privilegiato per una testimonianza collettiva, nella quale viviamo una relazione personale e comunitaria con il Signore, la mutua relazione come amici nel Signore, la solidarietà con i poveri e gli emarginati e con uno stile di vita che rispetta la creazione". La relazione mette poi in evidenza alcune caratteristiche della comunità, tra le quali l'amicizia e una vita autenticamente evangelica che ci rende più credibili. Ma per questo è necessario ripensare le strutture comunitarie perché rispondano a queste nuove esigenze.

     

    Il Padre Michel Nader, della Provincia del Prossimo Oriente, ricordando che la comunità è emersa dall'ultima Congregazione Generale come una dimensione essenziale della nostra vita di gesuiti, ha precisato che "non possiamo pensare alla vita comunitaria come qualcosa di isolato, come se fosse indipendente da ciò che costituisce la nostra identità spirituale e la nostra missione come gesuiti". E' passato quindi a fare alcune osservazioni sulla vita di comunità nella Compagnia a livello spirituale e apostolico dicendo che "quando la fonte spirituale si inaridisce in noi, non dobbiamo meravigliarci che ci comportiamo come la gente del mondo", e ha concluso: "Direi che riflettere sulla vita di comunità nella Compagnia è un progetto aperto, una grande sfida che ci sta di fronte (...). Non possiamo vivere senza questo luogo fraterno e la gente che ci ama si sentirà a suo agio con noi se ci troverà autentici nel nostro impegno e contenti di essere insieme come gesuiti". Tuttavia ciò richiede una continua ricerca e un continuo approfondimento.

     

    Dopo un tempo di preghiera personale i Procuratori si sono riuniti per gruppi linguistici per fare una valutazione sulle due relazioni e rispondere in particolare a tre domande: quali sono gli elementi positivi della vita delle nostre comunità che possono essere di aiuto ad altre comunità; quali sono le sfide e le difficoltà che le nostre comunità incontrano; quali raccomandazioni si possono fare al  Padre Generale possa proporle a tutta la Compagnia.

     

                Nel pomeriggio si è aperto il dibattito sulle tre domande esaminate dai gruppi al mattino. La sessione si è conclusa con un intervento dello stesso P. Generale che ha brevemente sintetizzato i lavori della giornata.