English   Español   Français


If you wish to receive regularly the news from the Jesuit Curia, send an email with the subject "Subscribe"


Newslink


  • Versione Italiana
  • Archive of newsletters before March 2009
  • Headlines from the Social Apostolate


  • Jesuit news online


  • Jesuits in Africa
  • Jesuits in Canada and USA
  • Noticias de la CPAL-SJ
  • Jesuits in Europe
  • Jesuits in Asia Pacific
  • Jesuits in South Asia


    Mirada Global online review

    politics, economy, culture and religion from a Latin American perspective. More »


    Dispatches from JRS

    a twice monthly news bulletin from the JRS International Office |More»


    In All Things

    the editorial blog from America magazine | More »


    Thinking Faith

    the online journal of the British province | More »


    Eureka Street

    public affairs, international relations, the arts and theology; from Australia | More »


    Ecology amd Jesuits in Communication

    Seeks to sustain a greater awareness of Jesuit people in ecology and advocacy efforts
    | More »


  • PDF

    Vol. XX, No. 11 6 giugno 2016

    DALLA CURIA

     

    Regione della Romania

    Dal 1 maggio 2016, la Regione dei gesuiti della Romania è entrata a far parte dell'Assistenza dell'Europa Meridionale, che include le Province di Spagna, Italia, Malta e Portogallo. Questo spostamento non implica nessun cambiamento a livello amministrativo nella Regione, dal momento che le Assistenze nella Compagnia non sono entità giuridiche, ma costituiscono solo un sistema di sostegno per un miglior servizio apostolico e per una maggiore collaborazione tra i membri delle Province.

     

    Il JRS accoglie il fondo Education Cannot Wait

    Il Servizio dei gesuiti per i rifugiati (JRS) esprime soddisfazione per l'impegno in fatto di educazione assunto dalla comunità internazionale al World Humanitarian Summit, il vertice mondiale su temi umanitari che si è tenuto di recente a Instabul. Il fondo Education Cannot Wait (L'Educazione non può attendere) segue la scia della JRS Global Education Initiative, l'iniziativa di educazione globale del JRS avviata lo scorso dicembre. "Education Cannot Wait rappresenta un importante passo avanti nello sforzo ad assicurare che alle persone più vulnerabili e prive di diritti sia dato l'accesso a una qualche forma di educazione", ha detto il Direttore internazionale del Servizio dei gesuiti per i rifugiati, il P. Thomas H. Smolich, S.J., a Instanbul. "Il JRS ritiene che l'educazione sia comunque elemento imprescindibile in ogni situazione di emergenza." 

     


    DALLE PROVINCE

     

    AFRICA: Esperienza africana per la collaborazione tra JESAM e CEP

    Il Presidente del JESAM; il P. Michael Lewis, ha ospitato sei Superiori Maggiori europei dal 22 al 28 maggio 2016. La visita è stata organizzata per "presentare una visione più integrale e umana" del continente africano (CG35, Decreto n. 3, n. 39). I Superiori hanno visitato alcune opere dei gesuiti nella Provincia dell'Africa Orientale, la Regione del Rwanda-Burundi e la Provincia dell'Africa centrale. A Nairobi, in Kenya, i Superiori hanno preso parte alle liturgie domenicali nella parrocchia dei gesuiti di Saint Joseph the Worker, a Kangemi, hanno poi visitato il centro di spiritualità di Mwangaza, e hanno visto le necessità dei rifugiati nel Campo rifugiati di Kakuma (JRS). Dal Kenya, il gruppo è volato a Kigali, in Ruanda, dove ha visitato il Christus Retreat Centre e la nuova Saint Ignatius School di Kibagabaga. I sei Superiori hanno viaggiato su strada fino al noviziato di Cyangugu e hanno oltrepassato la frontiera nella Repubblica Democratica del Congo per essere accolti all'Amani Retreat Centre di Bukavu. Da lì, sono andati alla cattedrale, hanno pregato davanti alla tomba del Vescovo Christophe Munzihirwa, S.J., e hanno visitato il Cheche Social Centre e il College Alfajiri. I sei Superiori hanno poi fatto ritorno in Europa dopo aver sperimentato, sebbene in maniera molto limitata, un altro modo di essere gesuiti.

     

    BELGIO: Assemblea Generale dei Superiori Maggiori dell'Europa e del Medio Oriente

    Educazione superiore, rifugiati ed emigranti, giovani adulti: questi sono stati alcuni dei temi discussi dai Superiori Maggiori di Europa e Medio Oriente durante il loro incontro in Belgio dal 3 al 7 maggio. "Abbiamo osservato la situazione dell'Educazione superiore per molti anni", ha detto il Presidente della Conferenza, John Dardis. "Il nostro continente è in crisi per molti aspetti, sia per quanto riguarda i valori che la sua direzione futura. Abbiamo molte istituzioni di Educazione Superiore, che hanno la capacità di riflettere in profondità su questioni importanti. Stiamo sostenendo un progetto chiamato "Higher Education for Social Transformation" (Educazione Superiore per una Trasformazione Sociale) che collega le nostre università e le nostre facoltà ai nostri centri sociali, individuando i problemi principali nelle nostre società europee."

     

    BELGIO: Giornata della Provincia BML a Bruxelles

    Centocinquantacinque gesuiti e collaboratori laici della Provincia di Belgio Meridionale e Lussemburgo (BML) si sono riuniti a Bruxelles per il loro tradizionale incontro annuale. Il tema scelto per quest'anno era la creazione di una nuova Provincia, che comprenda i francofoni del Belgio, Lussemburgo, Francia e anche Grecia, isole Mauritius e La Réunion, nell'estate 2017. Lo scopo era individuare collaborazioni, già in atto o da creare, in vari ambiti delle attività apostoliche. Per ogni ambito, un team franco-belga ha curato la presentazione di prospettive e opportunità ma anche di sfide nell'attuale collaborazione e in quella futura. Il P. Tommy Scholtes ha moderato l'incontro. Il Provinciale del Belgio Meridionale e Lussemburgo, il P. Franck Janin, ha presentato prima di tutto il contesto storico e quello del congiungimento tra le due Province. In seguito, il P. John Dardis, Presidente della Conferenza europea, ha delineato un programma di sfide che la Compagnia deve affrontare oggi in Europa e ha fornito alcuni esempi di congiungimento tra Province ovunque in Europa.